Il futuro dell'integrazione sociale nell'ultimo rapporto dalla Commissione europea

Occupazione, affari sociali e inclusione

Pubblicata alla fine del 22 una completa analisi della protezione sociale per le persone con disabilità in 35 paesi UE.
Il Rapporto descrive e analizza le condizioni alle quali le persone con disabilità di età pari o superiore a 18 anni hanno accesso effettivo alla protezione sociale.
Si concentra sulla fornitura di vari regimi di sostegno al reddito specifici per la disabilità, prestazioni per alcuni rischi diversi dalla disabilità, nonché servizi di supporto selezionati per le persone con disabilità; ed evidenzia le principali lacune e ostacoli per accedervi. Fornisce inoltre una panoramica delle riforme politiche in corso e dei dibattiti nazionali relativi alla protezione sociale delle persone con disabilità e identifica le buone pratiche nei 35 paesi analizzati.

La relazione fornisce la prova che la stragrande maggioranza dei paesi coperti dispone di misure che affrontano, in varia misura, le esigenze delle persone con disabilità e quindi promuovere i diritti sanciti dal pilastro europeo dei diritti sociali e dalla convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità.

Tuttavia, identifica questioni importanti che i paesi devono ancora affrontare per migliorare l'efficacia dei loro sistemi di protezione sociale e promuovere i relativi diritti delle persone con disabilità. Infine, la relazione formula una serie di raccomandazioni a livello nazionale e/o dell'UE volte a colmare le lacune e gli ostacoli nella protezione sociale delle persone con disabilità. identifica questioni importanti che i paesi devono ancora affrontare per migliorare l'efficacia dei loro sistemi di protezione sociale e promuovere i relativi diritti delle persone con disabilità. Infine, la relazione formula una serie di raccomandazioni a livello nazionale e/o dell'UE volte a colmare le lacune e gli ostacoli nella protezione sociale delle persone con disabilità. identifica questioni importanti che i paesi devono ancora affrontare per migliorare l'efficacia dei loro sistemi di protezione sociale e promuovere i relativi diritti delle persone con disabilità. Infine, la relazione formula una serie di raccomandazioni a livello nazionale e/o dell'UE volte a colmare le lacune e gli ostacoli nella protezione sociale delle persone con disabilità.

La Commissione presenta, inoltre, il  pacchetto sull'occupazione dei disabili  per aiutare gli Stati membri a garantire che le persone con disabilità godano dell'inclusione sociale e dell'autonomia economica attraverso l'occupazione.


Il pacchetto fa parte della  strategia per i diritti delle persone con disabilità 2021-2030  ed è in linea con la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità.

Attualmente, solo la metà dei 42,8 milioni di persone con disabilità in età lavorativa nell'UE è occupata. Il Disability Employment Package aiuterà a sviluppare politiche nazionali che coinvolgano le persone con disabilità nella giusta transizione verde e digitale.

L'aumento del tasso di occupazione delle persone con disabilità e la riduzione del divario occupazionale contribuiranno anche agli  obiettivi principali dell'UE per il 2030 in materia  di occupazione e adulti che partecipano ogni anno alla formazione.


Per approfondire:

https://ec.europa.eu/social/main.jsp?catId=1597&langId=en
https://ec.europa.eu/social/main.jsp?catId=738&langId=en&pubId=8524&furtherPubs=yes&...